Archivio

Archivio per la categoria ‘meeting’

Software Libero alla scuola “Pupilli” di Grottazzolina.

21 marzo 2016

A cura di Marco Alici

Gli ingredienti sono semplici: una scuola con un’aula computer quasi inutilizzabile; docenti consapevoli delle opportunità didattiche derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie digitali e pronti a mettersi in gioco; un LUG (Gruppo di Utenti Linux) attivo e disponibile a dare una mano. Il risultato è un’aula informatica finalmente fruibile, di facile manutenzione e di facile utilizzo per insegnanti e ragazzi. A costo zero.

La scuola è la secondaria “Mario Pupilli” di Grottazzolina. Nella sua aula computer convivono alcuni portatili acquistati di recente insieme a computer da scrivania vecchi anche di dieci anni, alcuni dei quali mal funzionanti, dotati di versioni diverse (in alcuni casi obsolete) sia del sistema operativo Microsoft Windows che dei programmi di produttività individuale (la suite Microsoft Office, per intenderci), alcuni dei quali in condizioni di licenza difficili da verificare. Una situazione troppo eterogenea, poco funzionale ed eticamente poco sostenibile per una scuola: praticamente inutilizzabile. Un peccato, perché il corpo docente è invece convinto dell’utilità delle tecnologie digitali nella didattica, della necessità di rispettare le leggi sull’utilizzo del software e della difficoltà di reperire risorse per migliorare la situazione.

In questo caso sono risultate fondamentali le intuizioni di un insegnante, il professor Federico Tordelli. Prima intuizione: considerare il mondo del software libero, che può essere scaricato ed installato liberamente su qualsiasi computer, come opzione. L’idea è di eliminare le diverse versioni di Windows ed installare un sistema operativo Linux su tutti i computer, per avere un parco macchine omogeneo, performante e virtualmente immune da virus, e di poter usare un’unica versione dell’ottima suite LibreOffice, che insegnanti e studenti possono eventualmente installare anche sui propri computer, indipendentemente dal sistema operativo, insieme a decine di altri ottimi programmi open source utili per la didattica. Seconda intuizione: chiedere aiuto all’associazione FermoLUG, che riunisce gli utenti di Linux del fermano, svolge da anni attività di volontariato nell’ambito della promozione del software libero ed ha già lavorato su progetti analoghi in altre scuole della zona.

FASE 1

SONY DSCDopo un sopralluogo iniziale, per capire la situazione e pianificare l’intervento, Tordelli e alcuni soci del LUG si sono messi subito al lavoro. Le macchine vecchie o rotte sono state eliminate, recuperando hardware (soprattutto schede di memoria RAM) da utilizzare per aumentare le prestazioni delle altre. Attingendo alle risorse del progetto “Trashware”, con il quale il FermoLUG recupera macchine dismesse da aziende e enti pubblici e le dona a chi ne fa richiesta dopo averci installato Linux, un paio di computer rotti sono stati sostituiti con altri simili. Quindi si è proceduto ad installare Linux, precisamente la distribuzione Xubuntu, con alcune personalizzazioni che ne migliorano la facilità di utilizzo e l’estetica, su tutti i computer dell’aula e anche su quello della lavagna interattiva multimediale (LIM). Xubuntu ha il vantaggio di essere abbastanza completa per un esperienza utente facile e soddisfacente, e nello stesso tempo sufficientemente leggera da poter girare anche su computer con risorse hardware limitate: un ottimo compromesso, dunque, per il parco macchine della scuola “Pupilli”.

Sul computer del docente si è installato l’ottimo Epoptes, programma libero che permette all’insegnante di controllare i computer degli studenti dalla propria postazione e di interagire con essi in maniera semplice e intuitiva.

Nel giro di qualche serata – tutto si è svolto, necessariamente, fuori dall’orario scolastico e dall’orario di lavoro delle persone impegnate nell’operazione – si è riusciti a rimettere in piedi la struttura, che oggi conta una dozzina di computer identici dal punto di vista della dotazione software, connessi in rete, facili da usare, ricchi di programmi di ottimo livello, sicuri sia per quanto riguarda i virus (per sua natura un sistema Linux è molto sicuro e robusto), sia per quanto riguarda la navigazione sul web: infatti con l’occasione si è pensato di dotare la rete di un sistema di controllo – anch’esso libero – che impedisce l’accesso a siti web pericolosi o non adatti alla fascia di età degli utenti. Non sfugga il fatto che, trattandosi di software libero, anche i ragazzi e i docenti potrebbero installare – legalmente e senza costi di licenza – lo stesso sistema operativo sui propri computer, o al limite molti dei programmi presenti (ad esempio LibreOffice), che sono multi-piattaforma e quindi installabili anche su altri sistemi operativi, ed avere quindi a casa un ambiente di lavoro identico a quello che trovano a scuola.

FASE 2

SONY DSCNaturalmente gli strumenti da soli non bastano: occorre formare le persone che quegli strumenti devono usare. Per questo, una volta rimessa in funzione, l’aula ha ospitato due pomeriggi di formazione, nei quali il FermoLUG ha raccontato agli insegnanti la storia di Linux e del software libero, i principi su cui si fonda e le ragioni per cui la Pubblica Amministrazione in generale e la scuola in particolare dovrebbero preferirlo a quello proprietario; quindi sono state mostrate le funzionalità di Linux e dei programmi installati, con i quali gli insegnanti hanno avuto il tempo di familiarizzare. Alcuni insegnanti hanno portato il proprio computer portatile, su cui è stato installato lo stesso sistema operativo.

Antonio Faccioli

Fonte: http://www.libreitalia.it/software-libero-alla-scuola-pupilli-di-grottazzolina/

Share

fermolug, hotnews, linux, meeting, numeriuno, riflessioni, scuola, software

Nuove tecnologie e software libero a scuola

20 dicembre 2015

Nell’ambito delle attività volte all’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale, l’Istituto Comprensivo “Cestoni” di Montegiorgio (FM), che riunisce scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di alcuni piccoli comuni dell’entroterra fermano, ha organizzato per giovedì 17 dicembre un incontro formativo rivolto agli insegnanti, dal titolo “CODING E PENSIERO COMPUTAZIONALE”.

brochureilmioPNSD

Davanti a una quarantina di insegnanti provenienti dalle varie scuole dell’istituto, Francesco Paolantoni, informatico, ha dato dimostrazione delle attività di coding interattivo per ragazzi proposte dal sito programmailfuturo.it e code.org. A seguire, Marco Alici, vicepresidente del FermoLUG e socio LibreItalia, ha proposto una riflessione dal titolo “Il valore educativo delle nuove tecnologie e del software libero”.

Nuove tecnologie

Partendo da semplici esempi concreti di tecnologie – nuove nel momento in cui sono apparse, come la stampa a caratteri mobili, la penna a sfera, ecc – di indubbio e assodato valore educativo, si è arrivati a mostrare le analoghe potenzialità del software libero come strumenti per aumentare la qualità e le possibilità della proposta formativa scolastica.

Share

fermolug, meeting, news, scuola

Bufale e complotti in rete. Ne parliamo con Paolo Attivissimo.

5 maggio 2014

Paolo_Attivissimo_03_A4In principio erano leggende metropolitane, false notizie che acquisivano di credibilità passando di bocca in bocca: “mi ha detto mio cugino…” Poi è arrivata internet, che inevitabilmente rende tutto più veloce, dapprima con le email ed oggi con i social network.

Ma cos’è una bufala?

Il Devoto/Oli la definisce:  “Notizia giornalistica infondata, imbroglio”.

La rete, i mezzi di stampa e la tv sono a volte così bravi a confezionare una bufala  che spesso anche il lettore più attento la potrebbe prendere seriamente:

“La figlia di George Arlington sta morendo… salvatela con una email”;

“L’FBI sa che scambi musica illegale”;

“Attenzione… in internet c’è un virus che cancella i cellulari”;

“se metti «000» nella tua rubrica di indirizzi, ti difenderai dai virus..!”;

“non siamo mai stati sulla luna, ecco le prove…”;

A volte hanno risvolti simpatici:

“Franco De Nicola, noto miliardario, propone un matrimonio poligamo: recluta 39 donne (34 le ha già trovate, restano 5 posti liberi, affrettarsi prego)”.

Altre volte sono tristi oppure nascono vere e proprie truffe.

Oppure ottengono una credibilità che le fa addirittura arrivare agli onori delle cronache parlamentari e diventano oggetto di interrogazioni di deputati o consiglieri regionali (è successo nelle Marche, poco tempo fa). È il caso delle scie chimiche, forse la più nota delle bufale, secondo la quale gli aerei di linea verrebbero utilizzati per disperdere sostanze chimiche allo scopo di controllare il clima o le menti.

Il tema, sicuramente curioso ed interessante, sarà oggetto di un incontro dal titolo “L’ha detto Internet! Bufale e falsi miti ai tempi della rete”, organizzato dal FermoLUG, che avrà come ospite Paolo Attivissimo, noto giornalista, scrittore, blogger, consulente informatico, divulgatore scientifico e… cacciatore di bufale.

L’incontro è programmato per Sabato 10 Maggio a Fermo, Palazzo dei Priori ore 16:30.

Share

fermolug, meeting, news , , , , ,

La DUCC-IT 2013 a Fermo – 1-2 Giugno

24 maggio 2013

Il FermoLUG è lieto di annunciare la Debian/Ubuntu Community Conference Italia 2013 (in breve DUCC-IT 2013), l’incontro delle comunità italiane di Debian e di Ubuntu, in programma per i giorni 1 e 2 giugno 2013 a Fermo, presso la Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori, in Piazza del Popolo.

 

 

La DUCC-IT 2013 è un evento che vuole riunire non solo le comunità italiane di Debian e Ubuntu ma anche e soprattutto tutte le realtà italiane attive nel Software Libero, per scambiare conoscenze, discutere della situazione attuale e conoscere altri sviluppattori e membri della comunità.

La partecipazione è aperta a tutti: membri della comunità, utenti, appassionati e anche semplici curiosi che vogliono capire di più di come funzionano le nostre due comunità.

Programma

La DUCC-IT è divisa in due sessioni:

  • Una dedicata al pubblico e destinata a talk divulgativi e promozionali, che si tiene sabato pomeriggio.
    Tra gli ospiti confermati dell’evento figurano: Renzo Davoli, professore associato presso l’Università di Bologna e storico attivista del Software Libero, Italo Vignoli, membro della Board di The Document Foundation, Maurizio Napolitano, Presidente di Italian Linux Society, ed Ermanno Maria Egidi, in rappresentanza di Wikimedia Italia.
  • Una dedicata alle discussioni interne della comunità (ma comunque aperta al pubblico), che si tiene sabato e domenica mattina.
    Uno spazio di rilievo avrà anche la riflessione sulla partecipazione femminile nel FLOSS.

 

 

Il programma completo è disponibile nella pagina “Programma” del sito.

QUI È possibile scaricare materiale informativo in formato stampabile.

Per maggiori informazioni consultare il sito ufficiale: www.ducc.it.

 

Share

fermolug, meeting, news

Cena con FLOSSMarche

19 aprile 2013

linux_lunchCome previsto dal calendario stilato dal buon Antonio, il prossimo appuntamento per la serie di cene itineranti di FLOSSMarche è a Fermo.

Abbiamo fissato la data della cena per martedì 23 aprile alle 20:30.
Il ristorante è la Locanda del Palio, parcheggi disponibili in Piazzale Azzolino, davanti al ristorante o meglio ancora nel megaparcheggio in Piazzale Carducci subito sotto, da cui c’è un ascensore per raggiungere il livello del piazzale.

Chi volesse partecipare può iscriversi al Doodle apposito, che rimarrà aperto fino a lunedì 22 (ma diciamo che c’è una buona flessibilità se qualcuno volesse aggiungersi all’ultimo.

Ci vediamo il 23! 🙂

Share

fermolug, meeting

23/03/2013 Open Source, Open Mind, Open School…

22 marzo 2013

Sabato 23 marzo 2013 presso
l’Istituto Professionale di Stato per l’industria e l’Artigianato “Ostilio Ricci” (I.P.S.I.A.)
in Via Salvo D’Acquisto, 71 a Fermo (Tel. 0734 228829) ci sarà la conferenza dal titolo:

“Il software libero per combattere la crisi. Soluzioni per le Scuole e le imprese.”

L’incontro è aperto a tutti.

20130323-ipsia-softwarelibero_combattere_crisi


Invita all’evento i tuoi amici di facebook »

Share

meeting

Il FermoLUG presente “al Tempo dei Giovani”

19 luglio 2012

Il FermoLUG risponde con entusiasmo all’invito dell’associazione Praxis, attiva nelle Marche nel campo della promozione sociale, partecipando insieme ad altre associazioni del fermano con un proprio banchetto informativo all’evento in programma  nella serata di

.

VENERDÍ 20 LUGLIO

FERMO – PIAZZALE AZZOLINO

.

 

In occasione del concerto PINK FLOYD TRIBUTE, chiunque potrà venire a trovarci parlare di Open Source, Software (ma anche Hardware!) Libero, GNU/Linux ecc., ed avere la possibilità di vederlo in azione!

Noi saremo lì a partire dalle ore 21.

Qui si può scaricare il programma completo degli eventi promossi da Praxis. Per informazioni Tel. 347.0758496.

.

 

Share

fermolug, linux, meeting, news, software , , ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi