Archivio

Archivio autore

Linux Day 2016 a Fermo (Storify)

24 ottobre 2016
Share

linuxday , ,

Linux Day 2016 a Fermo

6 ottobre 2016

Sabato 22 ottobre, in occasione del sedicesimo Linux Day, giornata nazionale promossa da Italian Linux Society a sostegno di GNU/Linux e del Software Libero, il FermoLUG organizza, presso il  MITI, Museo dell’Innovazione e della Tecnica Industriale, via p. Serafino Marchionni (mappa):

 

LINUX DAY 2016

 

 

Programma

16:00 – Cose che abbiamo fatto (Paolo Silenzi, Franco Mannocchi)
16:20 – Linux nelle scuole (Massimo Ciccola)
17:00 – Impara LaTeX e mettilo da parte (Daniele Liciotti)
17:40 – Pausa
17:50 – Quale scrivania? L’eterno dilemma… (Franco Mannocchi)
18:20 – FreeCAD, il CAD 3D libero (Marco Alici)
18:50 – Introduzione allo sviluppo di Android: da Java alle app di GATTINI (Andrea Colangelo)

EVENTO FACEBOOK >>

EVENTO GOOGLE+ >>

Share

fermolug, linux, linuxday, news

Software libero al “Villaggio dell’Infanzia”

7 aprile 2016

Dopo alcuni anni di assenza, il 7 e 8 maggio Grottazzolina (FM) tornerà ad essere il “Villaggio dell’Infanzia”. Grazie all’impegno organizzativo dell’associazione “Arte Per Crescere”, per due giorni il piccolo centro dell’entroterra fermano sarà invaso dai bambini e da intere famiglie: “Faremo trascorrere due giornate tra laboratori, attività in strada, concerti, spettacoli e formazione per genitori, educatori ed insegnanti”, spiega Katy Nataloni, referente dell’Associazione. “Ci sarà un convegno importante con il Garante per l’Infanzia, nel quale si parlerà della tutela del bambino e del ruolo del futuro educatore legato alla riforma della Legge 107, che verrà presentata dalla Senatrice Francesca Puglisi; si parlerà di formazione specifica dell’educatore, all’interno della quale siano incluse anche le arti e altri linguaggi di comunicazione. Toccheremo anche il tema della sicurezza a scuola da zero a 6 anni, poi una serie di workshop formativi legati a varie tematiche.”

In questo contesto ci sarà posto anche per l’informatica e il software libero e open source. Infatti, sebbene gli strumenti informatici siano oggi alla portata di tutti fin dalla più tenera età, tuttavia manca, in generale, la consapevolezza necessaria alla scelta degli strumenti giusti e l’educazione al loro corretto utilizzo.

Per questo il FermoLUG, con il patrocinio di LibreItalia, sarà presente domenica 8 maggio con uno spazio espositivo dove si imparerà a crescere a pane e software libero. In questo spazio sarà possibile conoscere la storia e i valori alla base della nascita di importanti progetti open source, come la condivisione della conoscenza, la collaborazione e l’importanza delle comunità che si occupano del loro sviluppo.

Verranno messi a disposizione dei computer con diverse versioni del sistema operativo GNU/Linux, dove chiunque potrà toccare con mano la facilità d’uso, comprendere la sicurezza del sistema (che rende inutile, per esempio, l’uso di programmi antivirus), vedere la quantità e qualità di programmi – liberi, a sorgente aperto e senza costi di licenza – a disposizione per i bambini e per tutta la famiglia: apprendimento, gioco, navigazione web, posta elettronica, videoscrittura e produttività individuale. Ci sarà anche la possibilità di conoscere Raspberry Pi, il famoso mini-computer economico nato in Inghilterra proprio per favorire l’insegnamento dell’informatica, della programmazione e dell’elettronica di base nelle scuole. Infine si potrà entrare nel mondo della stampa 3D attraverso il progetto RepRap che, grazie allo sviluppo di stampanti 3D open source, ha reso questa tecnologia alla portata di tutti contribuendo a quella che autorevoli analisti hanno chiamato “la terza Rivoluzione Industriale”.

Sonia Montegiove

Fonte: http://www.libreitalia.it/software-libero-al-villaggio-dellinfanzia/

Share

news , , ,

Nuove tecnologie e software libero a scuola

20 dicembre 2015

Nell’ambito delle attività volte all’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale, l’Istituto Comprensivo “Cestoni” di Montegiorgio (FM), che riunisce scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di alcuni piccoli comuni dell’entroterra fermano, ha organizzato per giovedì 17 dicembre un incontro formativo rivolto agli insegnanti, dal titolo “CODING E PENSIERO COMPUTAZIONALE”.

brochureilmioPNSD

Davanti a una quarantina di insegnanti provenienti dalle varie scuole dell’istituto, Francesco Paolantoni, informatico, ha dato dimostrazione delle attività di coding interattivo per ragazzi proposte dal sito programmailfuturo.it e code.org. A seguire, Marco Alici, vicepresidente del FermoLUG e socio LibreItalia, ha proposto una riflessione dal titolo “Il valore educativo delle nuove tecnologie e del software libero”.

Nuove tecnologie

Partendo da semplici esempi concreti di tecnologie – nuove nel momento in cui sono apparse, come la stampa a caratteri mobili, la penna a sfera, ecc – di indubbio e assodato valore educativo, si è arrivati a mostrare le analoghe potenzialità del software libero come strumenti per aumentare la qualità e le possibilità della proposta formativa scolastica.

Share

fermolug, meeting, news, scuola

A Fermo seminario gratuito su libertà digitale a scuola

11 maggio 2015

Sabato 16 maggio alle ore 10 a Fermo, presso l’aula magna dell’IPSIA “O. Ricci”, si tiene un workshop gratuito rivolto a docenti e studenti sul tema “Libertà digitale: cominciamo dalla scuola”.

LUG-LibreItalia_Final_s

L’evento, è organizzato da LibreItalia, FermoLUG e l’Istituto Professionale Ricci di Fermo. LibreItalia è un’associazione di volontariato molto attiva su tutto il territorio nazionale nella promozione di LibreOffice come strumento libero di produttività individuale e aziendale.

Dopo la presentazione dell’iniziativa da parte di Marco Alici, vicepresidente FermoLUG e socio LibreItalia, Italo Vignoli, fondatore LibreOffice e presidente onorario di LibreItalia, spiegherà i concetti di software libero, formati aperti e licenze Creative Commons. Poi sarà la volta di Sonia Montegiove, presidente LibreItalia, con un intervento finalizzato a spiegare le motivazioni per cui preferire il software libero a scuola; a seguire Marco Giorgetti, fondatore Perugia GNULug e socio LibreItalia, con consigli su programmi open source da usare a scuola e non solo; Andrea Colangelo, Debian e Ubuntu Developer e membro di FermoLUG, con casi concreti di migrazioni a software libero nelle scuole. A chiudere la mattina Osvaldo Gervasi, della facoltà di Informatica dell’Università di Perugia e fondatore LibreItalia, sul rapporto tra open source e sicurezza.

Scopo della mattina è quello di formare e informare circa le opportunità legate all’uso del software libero a scuola, che porta i valori della conoscenza condivisa, della collaborazione, della condivisione. Oltre che, come detto da Renzo Davoli dell’Università di Bologna e riportato nella locandina dell’evento: “Occorre ripensare all’intero processo educativo: non possiamo permetterci di perdere la creatività delle giovani generazioni, è un tesoro troppo prezioso. In tutto questo il software libero c’entra“.

Share

LibreOffice, linux

Software libero a scuola con FermoLUG

6 marzo 2015

Nato oltre dieci anni fa, il FermoLUG (Fermo Linux Users Group, gruppo utenti Linux del fermano) si pone come obiettivo la diffusione del software libero anche attraverso l’organizzazione di manifestazioni a carattere divulgativo, come i Linux Day e gli Installation Party, che permettono sia di far conoscere la storia del Software Libero e i modelli culturali su cui si fonda, sia di mostrarlo concretamente all’opera e alla fine installarlo nei computer delle persone che lo volessero. Molte altre iniziative di questo tipo sono state organizzate nel corso di questo decennio (si pensi ad esempio al convegno “Prospettive Libere”, particolarmente rivolto alla Pubblica Amministrazione, o all’edizione 2013 della DUCC-IT, solo per citarne due), tutte (quasi) regolarmente documentate nel nostro sito web o nel nostro canale youtube [Continua su Libreitalia.it]

Share

fermolug, LibreOffice

Bufale e complotti in rete. Ne parliamo con Paolo Attivissimo.

5 maggio 2014

Paolo_Attivissimo_03_A4In principio erano leggende metropolitane, false notizie che acquisivano di credibilità passando di bocca in bocca: “mi ha detto mio cugino…” Poi è arrivata internet, che inevitabilmente rende tutto più veloce, dapprima con le email ed oggi con i social network.

Ma cos’è una bufala?

Il Devoto/Oli la definisce:  “Notizia giornalistica infondata, imbroglio”.

La rete, i mezzi di stampa e la tv sono a volte così bravi a confezionare una bufala  che spesso anche il lettore più attento la potrebbe prendere seriamente:

“La figlia di George Arlington sta morendo… salvatela con una email”;

“L’FBI sa che scambi musica illegale”;

“Attenzione… in internet c’è un virus che cancella i cellulari”;

“se metti «000» nella tua rubrica di indirizzi, ti difenderai dai virus..!”;

“non siamo mai stati sulla luna, ecco le prove…”;

A volte hanno risvolti simpatici:

“Franco De Nicola, noto miliardario, propone un matrimonio poligamo: recluta 39 donne (34 le ha già trovate, restano 5 posti liberi, affrettarsi prego)”.

Altre volte sono tristi oppure nascono vere e proprie truffe.

Oppure ottengono una credibilità che le fa addirittura arrivare agli onori delle cronache parlamentari e diventano oggetto di interrogazioni di deputati o consiglieri regionali (è successo nelle Marche, poco tempo fa). È il caso delle scie chimiche, forse la più nota delle bufale, secondo la quale gli aerei di linea verrebbero utilizzati per disperdere sostanze chimiche allo scopo di controllare il clima o le menti.

Il tema, sicuramente curioso ed interessante, sarà oggetto di un incontro dal titolo “L’ha detto Internet! Bufale e falsi miti ai tempi della rete”, organizzato dal FermoLUG, che avrà come ospite Paolo Attivissimo, noto giornalista, scrittore, blogger, consulente informatico, divulgatore scientifico e… cacciatore di bufale.

L’incontro è programmato per Sabato 10 Maggio a Fermo, Palazzo dei Priori ore 16:30.

Share

fermolug, meeting, news , , , , ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi